home

  [record reviews: let them eat cake]




Motorpsycho
"LET THEM EAT CAKE"

Review of Let Them Eat Cake taken from the
Italian webzine
STRADANOVE, 2000-09-21.
In Italian. Found at the stradanove-site.


??????  

Nuovo, sorprendente capitolo per questi manipolatori sonici ...

... norvegesi. Abbandonate (momentaneamente?) le velleitÓ Hard/Art Rock dei precedenti tomi discografici, i nostri si ripresentano al grande pubblica sulla scorta di un lavoro al tempo stesso lieve ed arioso, sia per quanto concerne le melodie che nell'esplicitazione dei patterns chitarristici: l'influenza dei Floyd pi¨ intimisti Ŕ ancora una volta in debita evidenza, ma non mancano inflessioni beatlesiane, per non parlare del tipico afflato Pop di certi Xtc. Nella messa in opera di questa rimarchevole tessitura psichedelico/bucolica, grande complicitÓ Ŕ garantita dal supporto di fiati ed archi (quasi Nymaniani, a tratti), nonchŔ da un beat irresistibile che permea la maggior parte delle composizioni. Il risultato finale si evince in una sorta di Jazz Rock Ó la Traffic che non pu˛ lasciarvi indifferenti.

Un disco ricco di atmosfere solari, caratterizzato da tonalitÓ pastello e forte di una positivitÓ interiore del tutto nuova a questi introversi scandinavi.

Menzione d'onore d'obbligo per la stupenda "Stained Glass", ballata serena ed emozionale che, da sola, vale il prezzo del disco. Inutile aggiungere che i Motorpsycho non deludono davvero mai. Un 'dessert' prelibato, da gustare assolutamente.

Michele Dicuonzo